Campagna INPS – RED/EST

VIENI ALL’ ITAL UIL

In questi giorni, l’INPS invierà a tutti i pensionati una lettera con il modello RED/EST 2015 e 2016.

La invitiamo a presentarsi al più presto presso l’Ufficio ITAL-UIL più vicino al suo domicilio affinché i nostri operatori possano aiutarla con professionalità e cortesia, assistendoti gratuitamente, nel compilare e trasmettere il formulario all’INPS in modo veloce e sicuro.

Non dimentichi di portare con sè un documento di identità valido e la “fiche de pension” (281.11 Annèe 2016)* vedi esempio

Troverà gli indirizzi dei nostri uffici nella pagina DOVE SIAMO

IMPORTANTE: Non dimentichi di portare con sé un documento di identità valido e la “fiche de pension” (281.11 Annèe 2016)* 

 

 


example fiche de pension
Accertamenti reddituali

Accertamenti reddituali

redditi prodotti all’estero sono accertati dalle certificazioni rilasciate dalle autorità estere competenti (articolo 49, legge 289/2002). Tali redditi, utili per l’accertamento dei requisiti reddituali per l’accesso alle pensioni, sono valutati dall’ente erogatore sulla base delle disposizioni nazionali.

I redditi vanno dichiarati secondo le seguenti tipologie:

  • redditi previdenziali italiani ed esteri;
  • redditi da lavoro;
  • redditi immobiliari (esclusa la prima casa di abitazione);
  • redditi di capitali e di partecipazione;
  • redditi di arretrati degli anni precedenti;
  • rendite vitalizie o a tempo determinato;
  • redditi a carattere assistenziale.
La campagna RED/EST

La campagna RED/EST

Tenuto conto di quanto disposto dagli articoli di legge che impongono all’INPS di procedere alla verifica delle situazioni reddituali dei pensionati, incidenti sulle prestazioni pensionistiche, ogni anno viene disposto l’accertamento dei redditi – relativi all’anno precedente – dei pensionati residenti all’estero.

Il modello RED/EST prevede quattro sezioni:

  • la prima indica come compilare il modulo;
  • la seconda raccoglie i dati del titolare della pensione, del coniuge e dei familiari;
  • la terza include la dichiarazione di responsabilità e l’informativa sul trattamento dei dati personali;
  • la quarta consente la delega al patronato.

Si può rinunciare a dichiarare i redditi, con conseguente cessazione della prestazione.

I pensionati devono autocertificare la propria cittadinanza italiana. L’INPS verificherà il requisito con tutti i mezzi idonei (documento di identità italiano, presenza del nominativo negli archivi o del Ministero degli Affari Esteri, comunicazioni e/o certificazioni delle competenti autorità consolari, ecc.).

Il modello spedito ai pensionati è precompilato con le informazioni delle pensioni presenti nel Casellario dei pensionati.

Il pensionato deve utilizzare le righe in bianco per comunicare ulteriori pensioni estere di cui è titolare.

In particolare, l’interessato deve indicare l’importo di:

  • ogni pensione percepita nell’anno di riferimento, al netto di arretrati corrisposti nell’anno, ma di competenza degli anni precedenti;
  • trattamenti di famiglia;
  • eventuali contributi previdenziali.

Il pensionato deve indicare per quanti mesi ha percepito la pensione. Gli importi vanno indicati nella valuta del Paese che eroga il trattamento.

SCRIVICI

Per qualsiasi informazione tu abbia bisogno,
non esitare a contattarci.

PRENOTA ON-LINE

Prenota qui il tuo appuntamento
presso una delle nostre sedi più vicine a te.

LE NOSTRE SEDI

Trova e contatta
la sede più vicina a te.

INFORMAZIONI

Qui puoi trovare una serie di informazioni utili
alle tue necessità.