Iscrizione Comune belga

Pensione sociale – GRAPA

Se la pensione è inferiore al minimo garantito, il pensionato ha diritto alla differenza tra la sua pensione e il minimo garantito. Tale supplemento viene accordato alle persone sprovviste di reddito o con redditi insufficienti, che abbiano compiuto 65 anni.

Per maggiori informazioni sul GRAPA – Clicca qui

Pensione ai superstiti (reversibilità)

Sia le donne che gli uomini hanno diritto alla pensione di reversibilità.

I requisiti richiesti per aver diritto alla pensione sono:

  • Il coniuge superstite deve aver raggiunto i 45 anni di età.
  • Se non ha ancora raggiunto tale età deve avere un figlio a carico con diritto agli assegni familiari oppure dimostrare un’invalidità superiore al 66%.
  • Il matrimonio deve aver avuto una durata di almeno un anno, a meno che dal matrimonio sia nato un figlio, o che un figlio sia nato nei 300 giorni seguenti il decesso oppure se il decesso è causato da malattia professionale, o da un infortunio sopravvenuto dopo il matrimonio.

Al coniuge superstite che non ha diritto alla pensione perché non soddisfa i requisiti richiesti, viene concessa la pensione per un anno (pensione temporanea) a condizione che non sia beneficiario di altre prestazioni previdenziali o che, se lavora, non superi i limiti autorizzati.

Il coniuge superstite che abbia contratto più matrimoni ha diritto ad una sola pensione di reversibilità, quella di importo più favorevole.

Cumuli

La pensione di reversibilità è cumulabile con una pensione di vecchiaia personale, sia essa a carico del Belgio o a carico di un altro Stato, fino ad un importo pari al 110% della pensione di reversibilità teorica per una carriera assicurativa completa.

Controllo estratto contributivo in Belgio

L’estratto contributivo è l’elenco dei contributi da lavoro registrati per ciascun lavoratore.

L’ONP si occupa della gestione dei contributi dei lavoratori dipendenti.

L’INASTI gestisce i conti individuali degli indipendenti e, per quanto riguarda i funzionari, cioè i lavoratori pubblici statutari, le informazioni possono essere ottenute tramite l’ultima amministrazione presso la quale si è prestato servizio.

Per ogni anno di riferimento vengono indicati la remunerazione, i giorni di lavoro effettivo, i giorni assimilati e la categoria professionale (operai o impiegati).

Sulla base della posizione assicurativa è possibile calcolare quando il lavoratore potrà andare in pensione.

È importante per il lavoratore verificare costantemente la propria posizione assicurativa, al fine di evitare delle omissioni contributive.

Riscatto dei periodi di studio e lavoro in Belgio

È possibile riscattare gli anni di studio a partire dal 1° gennaio dell’anno civile nel quale si compiono 20 anni. È necessario aver lavorato come lavoratore dipendente prima o dopo gli studi.

Per anni di studio si intendono:

  • gli anni di studio a ciclo completo;
  • gli anni di preparazione della tesi di dottorato, fino ad un massimo di due anni;
  • gli stages professionali, se legati agli studi svolti e effettuati subito dopo gli studi.

La richiesta di riscatto deve essere presentata entro 10 anni dalla fine degli studi.

Il costo di tale richiesta corrisponde al 7,5 % del reddito minimo garantito, che varia ogni anno in relazione all’indice dei prezzi al consumo.

Prima di prendere una decisione definitiva  l’ONP vi informa del costo della regolarizzazione.

Il pagamento può essere fatto in due modi: in un’unica soluzione entro i nove mesi successivi alla decisione o a rate fino ad un massimo di 5 anni.

La regolarizzazione porta ad un supplemento di pensione.    

Infortuni sul lavoro e malattie in Belgio

Si considera infortunio sul lavoro un evento improvviso che causa una lesione, che si verifica durante lo svolgimento dell’attività lavorativa e a causa dell’esecuzione di tale attività.

Anche gli infortuni che si verificano sul tragitto da casa al luogo di lavoro sono tutelati dalla legislazione belga sugli infortuni sul lavoro (infortunio in itinere).

L’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro è gestita da compagnie di assicurazione private (organismi assicuratori), poste sotto la garanzia e il controllo di un organismo parastatale che dipende dal Ministero degli Affari Sociali e della Sanità. Questo organismo è il « Fonds des Accidents du Travail – Fonds voor Arbeidsongevallen ».

Prestazioni:

  • Rimborso delle spese mediche
  • Spese funerarie e prestazioni ai superstiti
  • Indennità in caso di inabilità al lavoro

1) Costituzione della Rendita

La percentuale di inabilità risultante dall’infortunio deve essere oggetto di un accordo tra il lavoratore infortunato e l’istituto assicuratore. Il verbale di accordo deve obbligatoriamente essere omologato dal “Fonds des Accidents du Travail”. In caso di disaccordo tra le parti, è il Tribunale del Lavoro a decidere.

L’assegno di infortunio si trasforma in rendita dopo tre anni dalla data dell’accordo o della sentenza giudiziaria definitiva.

2) Malattie professionali

Si considera malattia professionale quella contratta nell’esercizio e a causa del lavoro al quale è adibito il lavoratore.

La lista delle malattie professionali che danno luogo ad indennizzo è stata stabilita con Regio Decreto del 28.3.1969. Un altro Regio Decreto dell’11 luglio 1969 elenca le professioni, le industrie e le categorie di aziende in cui si presume che il lavoratore sia esposto a rischi professionali.

Un lavoratore può presentare contemporaneamente domanda per più malattie professionali.

Le malattie professionali sono contraddistinte da un numero di codice che figura nelle notifiche del Fondo delle Malattie Professionali, accanto al numero del “dossier” e alla data di nascita dell’interessato.

Qui di seguito i numeri di codice delle malattie professionali più frequenti:

1.301.11 Silicosi

1.603 Ipoacusia (sordità da rumori)

1.605.01 Affezioni osteo-articolari (poliartrosi degli arti superiori, deviazione colonna vertebrale, etc.)

1605.02 Affezioni angio-neurotiche causate da vibrazioni meccaniche (sindrome di Rayanud)

Le prestazioni di cui si può beneficiare sono:

  • Rimborso integrale delle spese mediche non coperte dal’assicurazione malattia.
  • Indennità compensatrice della perdita di guadagno dovuta all’incapacità temporanea.
  • Indennità compensatrice della perdita economica dovuta a incapacità permanente.

Se la malattia professionale causa la morte del lavoratore, i superstiti hanno diritto alle prestazioni previste dagli articoli da 10 a 21 della legge 10 aprile 1971 relativa alla riparazione degli infortuni sul lavoro, ossia:

  • Assegno funerario (30 volte il salario giornaliero)
  • Rendita vitalizia alla vedova (30% del salario di base)
  • Rendita temporanea agli orfani fino a 18 anni o fino a 25 anni se proseguono gli studi e sono beneficiari degli assegni familiari.

Attenzione! La tendinite è riconosciuta come malattia professionale in Belgio.

Il Regio Decreto del 12 ottobre 2012 ha modificato quello del 28 marzo 1969, aggiungendo alla lista delle malattie professionali (che danno luogo a indennizzo) anche la tendinite.

Con il codice 1606.22 compaiono oggi, nella lista sopramenzionata, anche le malattie riguardanti i tendini, le guaine tendinee e le inserzioni muscolari e tendinee degli arti superiori dovute a sforzi eccessivi, movimenti ripetitivi o posture sfavorevoli.

Per maggiori informazioni Clicca qui

SCRIVICI

Per qualsiasi informazione tu abbia bisogno,
non esitare a contattarci.

PRENOTA ON-LINE

Prenota qui il tuo appuntamento
presso una delle nostre sedi più vicine a te.

LE NOSTRE SEDI

Trova e contatta
la sede più vicina a te.

INFORMAZIONI

Qui puoi trovare una serie di informazioni utili
alle tue necessità.